Rischio di fallimento per "Avda": «i dipendenti hanno chiesto il pignoramento dei fondi regionali - spiega Rollandin - sono stati completamente abbandonati»

Venerdì 23 Settembre, h.13.40

«La situazione è difficile per non dire disastrosa, c'è il rischio di "default"». Così il presidente della Regione, Augusto Rollandin, sintetizza lo stato della società partecipata "Avda SpA", che gestisce l'aeroporto "Corrado Gex" di Saint-Christophe, dopo che, nella giornata di venerdì 23 settembre, il Governo regionale ha nominato, in via d'urgenza, i suoi rappresentanti Antonio Pollano, coordinatore del dipartimento trasporti e Marco Girardi, commercialista, già presidente del Collegio sindacale: «non abbiamo certo fatto loro un gran favore - aggiunge Rolladin - abbiamo dovuto resuscitare l'organismo perché il Tribunale ha cassato la nomina del commissario, che era la giusta soluzione»

Twitter @12vda

Ad Aosta, col traffico sempre più congestionato e pericoloso a causa dei troppi cantieri aperti, torna "In città senza la mia auto", con nuovi disagi per gli automobilisti

Martedì 20 Settembre, h.19.50

Con l'inizio dell'anno scolastico la viabilità di Aosta è diventata ulteriormente insopportabile: già durante la stagione estiva i diversi cantieri aperti, che hanno paralizzato per mesi soprattutto corso Saint-Martin-de-Corléans, con un sovraccarico di traffico in via Roma e via Parigi che ha causato, negli orari di punta, code lunghissime che arrivavano fino alle periferie del capoluogo regionale. I lavori della posa delle tubazioni del teleriscaldamento, non si sono conclusi nei tempi previsti e nella zona tra viale della Pace, via Federico Chabod, corso XXVI febbraio e corso Padre Lorenzo, punto di snodo di ben cinque Istituti scolastici, si assiste ad un continuo e pericoloso percorso ad ostacoli, con scolari, studenti e genitori costretti a camminare tra auto e mezzi di cantiere in movimento.



Tentato furto ad Aosta: un giovane cerca di scappare con oltre cento euro di spesa. Fermato, nega tutto: «non mangio schifezze italiane»

Martedì 20 Settembre, h.15.30

Voleva uscire dal supermercato con oltre cento euro di spesa non pagata ma è stato intercettato dal direttore e denunciato per furto aggravato dai Carabinieri: è successo nel primo pomeriggio di martedì 20 settembre, al supermercato "Carrefour" di via Festaz, ad Aosta. Il giovane ladro, Amine Ouardighi, pregiudicato 30enne di origine marocchina, residente a Savona ma domiciliato ad Aosta, era già stato notato, insieme ad un complice, nei giorni precedenti, ed approfittando della momentanea coda ad una delle casse, ha "saltato" il momento del pagamento della spesa, cercando di uscire dal punto vendita. Il direttore, che aveva assistito al tentativo di furto, lo ha però fermato chiedendogli di fargli vedere cosa aveva nel borsone: vistosi scoperto Ouardighi ha quindi cercato di fuggire, proprio nel momento, davanti al supermercato, stava passando una pattuglia della Polizia locale di Aosta.



Un'ora di sciopero dei metalmeccanici valdostani in solidarietà delle vittime di Taranto e Roma: «il diritto alla vita è un bene assoluto»

Martedì 20 Settembre, h.13.45

I sindacati valdostani "Fim Cisl""Fiom Cgil""UilM" e "Savt met" hanno proclamato, per mercoledì 21 settembre, un'ora di sciopero in solidarietà alle recenti vittime sul lavoro: "giovedì scorso la tragedia di Piacenza in un'azienda di logistica - ricordano in una nota condivisa - sabato 17 settembre a distanza di poche ore una dall'altra, la morte di un lavoratore all'Ilva di Taranto e quella di un lavoratore dell'Atac, azienda dei trasporti romana". I riferimenti sono agli incidenti che hanno provocato la morte, rispettivamente, dell'operaio 25enne Giacomo Campo e di Antonio Alleovi, tecnico 54enne.



Scontro virtuale tra "Forza Nuova" e l'Union Valdôtaine che bolla come "ignoranti" gli aderenti al movimento di destra, i quali se la prendono poi con i "servi pennivendoli"

Martedì 20 Settembre, h.21.10

Si erano "presentati" all'inizio di agosto, con una campagna di affissioni abusive notturne ad Aosta e si sono ripetuti, sempre di notte, lunedì 19 settembre dove "si sono fatti portavoce dei cittadini valdostani""visto il malcontento di numerosissimi cittadini", con un'altra serie di affissioni abusive, questa volta indirizzate verso l'Union Valdôtaine e promosse su "Facebook". Sono gli aostani aderenti a "Forza Nuova", movimento di estrema destra che fondamentalmente copia la "propaganda" politica dei "cugini" di "Casapound": L'UV è stata accusata di "tagliare le pensioni agli italiani per alzare la busta paga agli immigrati" ed in uno striscione sul ponte ferroviario tra via Paravera e via Chamolé si leggeva "1982 Union Valdôtaine, 2016 Union d'immigration".



A Pila in corso un'esercitazione del Soccorso alpino valdostano

Martedì 20 Settembre, h.13.03
Nel corso delle giornate di oggi e domani si stanno svolgendo a Pila esercitazioni di soccorso sugli impianti a fune. Si tratta dell'aggiornamento delle guide del "Soccorso alpino" valdostano in turno alla base di elisoccorso, presso l'aeroporto "Corrado Gex" di Saint-Christophe. Sono previste manovre da terra e, appunto, con l'elicottero.


Ad Aosta "scompare" un bimbo a scuola a causa delle leggerezze burocratiche nella gestione del servizio di "refezione"

Mercoledì 14 Settembre, h.16.20

Un'ora ogni giorno per verificare gli iscritti, controlli quotidiani perché la documentazione potrebbe essere errata, modulistica assente: non si tratta di liste di collocamento o di immigrati, ma degli elenchi dei bambini e studenti che usufruiscono del servizio di "mensa scolastica" ad Aosta, con una confusione accentuata dal fatto che alunni di una stessa scuola possono anche essere iscritti a servizi diversi. Accade così che, solo al secondo giorno di scuola, un alunno di prima elementare possa "scomparire" nei meandri della scuola, perché i dipendenti del Comune non ne hanno registrato la "non iscrizione" alla "refezione", né hanno fatto compilare i moduli ai genitori presentatisi di persona allo sportello a luglio.



"Mountain Wilderness" accusa la Valle d'Aosta di "fare affari" con i francesi della funivia "Panoramic": «inesattezze e confusione» ribattono dalla Regione

Mercoledì 14 Settembre, h.14.10

E' scontro tra l'Amministrazione regionale della Valle d'Aosta e l'associazione ambientalista "Mountain Wilderness", che accusa il Governo regionale, in merito all'incidente sulla funivia "Panoramic" che si è verificato, a Chamonix, sul Monte Bianco, lo scorso giovedì 8 settembre, quando le cabine francesi sono rimaste bloccate a 3.800 metri di quota, "di far passare l'intreccio tra immagine e profitto sopra a qualunque altra considerazione etica" invece di preoccuparsi "della sicurezza del pubblico".



Ad Aosta «nessun problema» per il sindaco a mantenere il "monumento" a "Charlie Hebdo": da Amatrice partita una querela per le vignette "satiriche"

Martedì 13 Settembre, h.18.25

Con tutta probabilità resterà in piazza Narbonne, ad Aosta, il "monumento" che celebra il periodico francese "Charlie Hebdo": la grande matita puntata verso il cielo, con la scritta "Je suis Charlie", è stata ricavata nel gennaio 2015, su proposta dell'allora sindaco Bruno Giordano, dagli avanzi dell'albero di Natale, dopo l'attentato terroristico che provocò la morte di dodici persone all'interno della redazione della rivista. Pare infatti che l'Amministrazione comunale non abbia intenzione di rimuoverlo dopo la pubblicazione delle vignette "satiriche" dedicate al terremoto che ha colpito il centro Italia lo scorso 24 agosto.