Lunedì 25 Maggio, h.16.55

Silvio Prola, 25enne di Verrès, è morto nelle prime ore di lunedì 25 maggio, travolto dal treno regionale 4002, tra Nus e Chambave: l'improvvisa scomparsa del ragazzo, molto noto nel paese della Bassa valle per la sua allegria, dove da anni faceva parte del comitato organizzatore del "Carnevale storico", della "Società filarmonica" e del "Coro Verrès", ha lasciato sgomenta tutta la popolazione: «era come un fratello per me - commenta il neo sindaco, Alessandro Giovenzi, anche lui corista - mi è caduto il mondo addosso, non me l'aspettavo, non ho parole, non riesco a capacitarmene. Sono affranto, non mi sembra ancora vero che Silvio non sia più con noi».

Giovedì 21 Maggio, h.19.50

Saranno i due candidati più votati della lista dell'Union Valdôtaine ad entrare nella nuova Giunta del nuovo sindaco di Aosta, Fulvio Centoz, vale a dire l'assessore uscente ai servizi sociali, Marco Sorbara, confermato nel ruolo, e l'ex capogruppo Valerio Lancerotto, che si occuperà di opere pubbliche. Andrea Edoardo Paron passa dalla cultura all'urbanistica mentre saranno confermati Carlo Marzi e Delio Donzel.

Mercoledì 20 Maggio, h.13.50

E' "Microsoft Access", il programma per la gestione dei database, il principale ostacolo all'uso pratico, nell'Amministrazione regionale, del software "open source", il cosiddetto "software libero", che non richiede licenze d'uso a pagamento e con il quale è possibile realizzare la maggior parte delle operazioni che si effettuano con il computer. La problematica è stata espressa in Consiglio Valle dal presidente della Regione, Augusto Rollandin, a risposta di un'interpellanza presentata da Alberto Bertin.

Venerdì 22 Maggio, h.09.40

Il "Movimento 5 stelle" chiederà le dimissioni di Marco Sorbara, assessore comunale uscente e che verrà riconfermato ai servizi sociali ad Aosta, il più votato della lista dell'Union Valdôtaine con 743 preferenze, ricordando le intercettazioni telefoniche dell'inchiesta "Tempus Venit", in cui, nel 2011, l'assessore era stato sorpreso a parlare con Roberto Raffa, condannato, in Appello, ad una pena di cinque anni e dieci mesi per tentata estorsione aggravata dal "metodo mafioso".

Giovedì 21 Maggio, h.11.40

Youness Onaiki, 25enne di origine marocchina, domiciliato a Châtillon, ex studente dell'Isitip e noto in Valle d'Aosta nell'ambiente dei combattimenti amatoriali, è stato arrestato, nel pomeriggio di lunedì 18 maggio, dai Carabinieri del "Nucleo operativo" della Compagnia di Saint-Vincent - Châtillon, in flagranza del reato di estorsione nei confronti di un gestore di una palestra della bassa Valle.

Mercoledì 20 Maggio, h.14.50

E' di 171mila e 200 euro l'investimento dell'Assessorato regionale all'istruzione e cultura per l'organizzazione della sesta edizione di "Les Mots, festival della parola in Valle d'Aosta", che si terrà in piazza Chanoux, ad Aosta, da venerdì 22 maggio a domenica 7 giugno, spostato di un mese rispetto alle edizioni precedenti. Il festival, sempre diretto dal conduttore e giornalista televisivo Arnaldo Colasanti, si occuperà della "fiducia" e nei 17 giorni di attività ospiterà ben 46 autori valdostani.


Fuori pericolo l'ex "miss Italia" valdostana Giorgia Moriondo, vittima di un'incidente sulla "A5" a causa di un colpo di sonno dell'amica alla guida della "Mini"
Martedì 19 Maggio
Giorgia Moriondo e Beatrice Nigrelli

E' finalmente fuori pericolo Giorgia Moriondo, studentessa universitaria valdostana 24enne di scienze e tecniche avanzate dello sport, vittima di un brutto incidente stradale, sull'autostrada "A5", all'alba di domenica 10 maggio. Giorgia, nota per la partecipazione, nel 2009, alla finale nazionale di "Miss Italia", oltre a studiare, è anche un'apprezzata barista ed aveva lavorato, insieme all'amica torinese Beatrice Nigrelli, ad un evento al "Palais Saint-Vincent".

Parte da Bruno Chaussod l'articolata analisi del risultato elettorale da parte di Alpe: «se in politica non si vince, non si cambia il corso della storia»
Martedì 19 Maggio
Bruno Chaussod insieme ai candidati sindaco e vice di Aosta, Giuliana Lamastra e Loris Sartore

«Una lezione l'abbiamo sicuramente avuta: da soli possiamo essere bravi, belli e fare benissimo, ma non possiamo vincere, ed in politica se non si vince, non si cambia il corso della storia». Così Bruno Chaussod, vice presidente vicario di Alpe, sconfitto a Quart dal sindaco uscente unionista Jean Barocco, commenta il risultato del movimento politico alle recenti elezioni amministrative. Diverse, invece, le analisi di Paolo Fedi, Albert Chatrian, Alberto Bertin e Chantal Certan.

Diciannove aziende vitivinicole partecipano, in Valle d'Aosta, alla 23esima edizione di "Cantine aperte", in programma domenica 31 maggio
Martedì 19 Maggio
Le botti per l'affinamento del vino in cantina

Domenica 31 maggio torna, in diverse località valdostane, per ventitreesima volta, la manifestazione "Cantine aperte", con la possibilità di degustare gratuitamente i prodotti di diverse aziende vitivinicole locali, con l'unico costo che è rappresentato dai dieci euro richiesti per il bicchiere di vetro, che si potrà acquistare presso ogni azienda, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza. Dal 1993, "Cantine aperte", che si tiene tradizionalmente l'ultima domenica di maggio, apre le cantine socie dell'associazione "Movimento turismo del vino".

Gli insegnanti "di ruolo" supportano i precari nella protesta contro "La buona scuola" sotto Palazzo regionale: ad agosto gli inserimenti dei "Pas" e "Tfa"
Lunedì 18 Maggio
Il presidio degli insegnanti sotto Palazzo regionale

Sono molti gli insegnanti ad essersi alternati, lunedì 18 maggio, nel presidio organizzato sotto Palazzo regionale, ad Aosta: contro il decreto detto "La buona scuola" protestano non solo i precari, ma sono solidali anche insegnanti "di ruolo", che si sono offerti di mantenere il presidio in notturna. Tra essi, il cantautore Davide Mancini, che ha voluto contribuire anche all'animazione che, dalle ore 20.30, ha aggiunto musica alla protesta ed alle candele accese, prima sotto il sole e poi sotto un acquazzone altrettanto estivo.

Nessun caso di omofobia in Valle d'Aosta nel 2014, ma l'attenzione resta alta: «è più diffusa di quanto sembri» ha raccontato Samuele Tedesco
Lunedì 18 Maggio
Un momento dell'incontro con Nicola Stevanon, Aurelio Mancuso, Fulvio Centoz, Raffaella Sanguineti ed Angela Cannavale

Anche ad Aosta, domenica 17 maggio, come nel resto del mondo, si è celebrata la "Giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia", con un convegno specifico che si è tenuto alla "Cittadella dei giovani". L'iniziativa è stata organizzata dal gruppo di giovani "Valeur d'Aimer" che ha promosso la campagna "Qui vieni per ciò che sei" coinvolgendo diversi commercianti che si sono fatti fotografare con il cartello "Stop homophobia – enough is enough", guidata da Samuele Tedesco.

Un motociclista 23enne ed un bimbo di venti mesi muoiono in un incidente stradale a Sarre: la moto ha sfondato l'auto finendo sul piccolo
Domenica 17 Maggio
Le tracce dell'incidente a Sarre

Ivan Soni, ventitreenne residente ad Introd e Pietro De Fazio, bimbo di venti mesi, residente a Sarre, sono morti nelle prime ore di domenica 17 maggio, a causa di un terribile incidente stradale avvenuto sulla strada statale 26. Soni, in sella alla sua moto "Aprilia 1000" si è scontrato con la "Citroën Xsara Picasso" dove dentro c'era la famiglia De Fazio, il padre Marco, la madre Violeta Flueraru ed il bimbo, che stavano partendo per una vacanza in Calabria.

Proclamati gli eletti di Aosta, insediati Fulvio Centoz ed Antonella Marcoz. Stesso numero di voti per Delio Donzel e Luca Girasole
Venerdì 15 Maggio
Antonella Marcoz, Paolo De Paola, Bruno Giordano e Fulvio Centoz

Sono stati tutti confermati, ad Aosta, nel pomeriggio di venerdì 15 maggio, i seggi del Consiglio comunale del capoluogo assegnati ufficiosamente durante lo spoglio elettorale dello scorso lunedì 11 maggio: dopo quattro giorni di controlli il giudice Paolo De Paola, presidente dell'Ufficio elettorale centrale, ha quindi proclamato eletti il sindaco Fulvio Centoz e la vice sindaco Antonella Marcoz. L'unica variazione sensibile emersa dal verbale riguarda la Stella Alpina, dove sia Luca Girasole che Delio Donzel hanno ottenuto gli stessi 547 voti.

La Procura di Aosta impugnerà le ventiquattro assoluzioni dall'inchiesta sulle spese del Consiglio Valle: «convinta del mio ragionamento» evidenzia la Mineccia
Venerdì 15 Maggio
Marilinda Mineccia durante in processo con alcuni indagati del PD

«Assolutamente sì!». Così Marilinda Mineccia, procuratore capo di Aosta, conferma, venerdì 15 maggio, l'intenzione di ricorrere in Appello contro l'assoluzione, da parte del Giudice per le udienze preliminari, Maurizio D'Abrusco, dei ventiquattro politici indagati per le spese dei gruppi del Consiglio Valle dal 2009 al 2012, verso i quali contestava vari reati, tra cui il peculato ed il finanziamento illecito ai partiti.

Supporto buongiorno by Gabville