Sabato 30 Aprile, h.11.55

Entro la fine di maggio si concluderà il passaggio di "Savda - Società autoservizi Valle d'Aosta SpA", azienda valdostana di trasporto fondata nel 1947 dalla famiglia Bordon, ad "Arriva Italia", gruppo inglese che, nel 2010 è stato acquisito dalla società tedesca "Deutsche Bahn", il maggiore operatore ferroviario in Germania, controllato dal Governo federale, con un giro d'affari di quasi 35 miliardi di euro: «abbiamo preso questa decisione insieme a mia sorella Roberta dopo molti anni di attività della mia famiglia nel settore del trasporto - ha spiegato Giuseppe Bordon, presidente di "Savda", che impiega 145 dipendenti e, con un parco autobus formato da 116 mezzi, genera un fatturato annuo di dodici milioni di euro - perché rappresenta la scelta migliore per la continuità della società, il mantenimento dei livelli occupazionali, e la qualità del servizio».

Mercoledì 27 Aprile, h.17.50

A tre settimane dall'uscita di "Captain America: civil war", il terzo film del "Marvel cinematic universe" dedicato a Steve Rogers, ma che tutti gli appassionati del genere hanno già rinominato "Avengers 2½", in quanto sono presenti tutti i "Vendicatori", a parte Hulk e QuicksilverJoss Whedon, regista e sceneggiatore di "Avengers: Age of Ultron", girato anche in Valle d'Aosta, al Forte di Bard, ad Aosta, Verrès, Hône, Donnas e Pont-Saint-Martin, ha reso noti i diversi problemi nati durante la lavorazione del film, che ha incassato, globalmente, oltre un miliardo e 405 milioni di dollari (senza contare le vendite nel mercato dell'home video), risultando il settimo maggiore incasso nella storia del cinema.

Mercoledì 27 Aprile, h.18.40

In poltrona c'è lei, una delle Signore della letteratura in Valle d'Aosta, Laura Costa, scrittrice a sua volta, ma prima di tutto voce che ha formato generazioni di studenti all'amore per i grandi autori. Accanto a lei, la Signora, c'è un abat-jour acceso, luce fievole e calda, tranquillizzante, porto sicuro in cui rifugiarsi tra un intervento e l'altro della Commedia dantesca, viva attraverso le voci di Barbara Caviglia ed Andrea Damarco
Cambia formula, per il festival "Les Mots" in piazza Chanoux ad Aosta, il "Ti dico un libro" dei due attori di "ReplicanteTeatro", che da tempo affascinano le menti degli studenti.

Martedì 26 Aprile, h.10.10

Sono 333 le missioni di soccorso svolte in Valle d'Aosta con l'elicottero della "Protezione civile" nella stagione sciistica 2015-2016, che hanno permesso di recuperare circa 350 persone, mentre nel 2015, ad essere soccorsi in alta montagna sono stati, complessivamente, 1.150 alpinisti. Il servizio di soccorso in montagna, che per il 2016 costa un milione e 430mila euro, secondo Silvano Meroi, capo della "Protezione civile" valdostana, ha rispettato il "target" nei tempi di risposta.

Lunedì 25 Aprile, h.13.10

«Queste cose non interessano più a nessuno. La colpa è nostra, che non siamo stati capaci di comunicarlo». E' questo lo sfogo spontaneo di una reduce degli anni della guerra, l'unica donna che si è accomodata tra le sedie, praticamente tutte vuote, al cimitero di Aosta, dove alle ore 9.30 di lunedì 25 aprile, davanti al sacrario dei Caduti in guerra, di fronte alle autorità, ai rappresentanti delle Forze armate ed a pochissime persone, sono iniziate le celebrazioni della 71esima "Festa della Liberazione". 
Assente il presidente della Regione, Augusto Rollandin, per un impegno familiare, è stato Marco Viérin, presidente del Consiglio Valle, su richiesta dei responsabili valdostani della "Associazione nazionale partigiani d'Italia - Anpi" a deporre la prima delle tre corone di alloro, nonostante la presenza di Aurelio Marguerettaz, assessore regionale al turismo, sport, commercio e trasporti, vice presidente della Regione.



A Pontey fermato un "rave party": oltre duecento persone fuggono, lasciandosi dietro una scia di stupefacenti. A St.-Vincent un 32enne muore per overdose
Domenica 24 Aprile, h.15.50
Davide Pezzana come compariva su 'Facebook'

«In un mondo di pazzi meglio vivere di follie»: così scriveva su "Facebook", nel febbraio del 2015, David Jean Laurent Pezzana, l'imbianchino 31enne residente a Saint-Vincent, ex gestore del bar ristorante "La Pineta" di Pontey ed organizzatore di feste in diversi locali della Valle d'Aosta, trovato morto nel pomeriggio di venerdì 22 aprile nella sua abitazione, probabilmente a causa di un'overdose di cocaina.
Proprio nelle vicinanze del locale che gestiva Pezzana, nella serata tra sabato 23 e domenica 24 aprile, gli agenti della Guardia di Finanza di Aosta, dopo una segnalazione anonima al "117", sono intervenuti durante un "rave party" sequestrando droga di tutti i tipi e segnalando una quattro persone.


Nella giornata di Sant'Anselmo celebrati i due anni della fondazione della "Cappella musicale" della Cattedrale di Aosta
Giovedì 21 Aprile, h.09.10
Un momento della celebrazione con la 'Cappella musicale di Sant'Anselmo'

Compie due anni dalla fondazione, la "Cappella musicale di Sant'Anselmo", realtà musicale voluta dal vescovo di Aosta, monsignor Franco Lovignana, per riprendere l'antica tradizione artistica che per secoli ha caratterizzato l'alta qualità valdostana in fatto in composizione ed interpretazione. In occasione della "festa di Sant'Anselmo", da Aosta, del Bec e di Canterbury, patrono della Cappella, giovedì 21 aprile sono stati celebrati i vespri solenni in occasione della festa del Santo, con la proposta di brani di canto gregoriano e di composizioni originali, alla presenza di autorità, invitati, tra cui il Maestro della Cappella musicale di Vercelli monsignor Denis Silano e quello della Cappella di Brescia don Roberto Soldati, e popolo attento e partecipativo.


"La sfida" è il tema della settima edizione di "Les Mots - il festival della parola in Valle d'Aosta", che doveva essere aperta da Pippo Baudo
Giovedì 21 Aprile, h.19.50
Nicola Rosset, Emily Rini, Fulvio Centoz ed Augusto Rollandin all'inaugurazione del festival

Doveva essere Pippo Baudo, il popolare presentatore televisivo, che il prossimo giugno festeggia il traguardo degli ottant'anni, il principale "testimone" della settima edizione di "Les Mots - il festival della parola in Valle d'Aosta". Baudo, che negli scorsi anni ha ricoperto il ruolo di giurato in "Si può fare", il talent show condotto da Carlo Conti, avrebbe dovuto essere presente al festival nel pomeriggio di lunedì 25 aprile per presentare il suo "Autoritratto", ma un problema di salute ne ha reso impossibile la partecipazione e quindi il ruolo di "testimone" principale della manifestazione è passato a Pino Insegno, apprezzato doppiatore, attore e conduttore, che ha aperto il festival, nel pomeriggio di giovedì 21 aprile, nella tensostruttura installata in piazza Chanoux ad Aosta.


Sostituzioni nelle Commissioni d'esame del "concorsone" per i docenti: «ammetteremo anche chi ha presentato ricorso» ha annunciato Emily Rini in Consiglio Valle
Mercoledì 20 Aprile, h.19.55
Emily Rini, assessore regionale all'istruzione e cultura

Sono cinque i commissari del "concorsone" per i docenti che sono stati sostituiti all'interno delle Commissioni esaminatrici. Alcuni non hanno accettato l'incarico mentre altri, come il professor Gianmario Raimondi, hanno presentato le dimissioni dopo essere stati accusati di incompatibilità, anche se l'eccezione non era reale. Di fatto, la scarsità di domande pervenute alla Sovrintendenza agli studi ha portato i tecnici a "precettare" i docenti ritenuti idonei. Intanto, in Consiglio Valle, l'assessore Emily Rini, punzecchiata da Laurent Viérin, ha annunciato che «anche i docenti che hanno presentato ricorso saranno ammessi, con riserva, al concorso».


Ancora due mesi per chiudere il processo per il "caso Milliery": il cubano accusato dell'omicidio ribadisce che si è difeso da un'aggressione
Mercoledì 20 Aprile, h.15.35
Osmany Lugo Perez all'ingresso in Tribunale

Si conoscerà, con tutta probabilità, mercoledì 15 giugno la sentenza nei confronti di Osmany Lugo Perez, il 35enne di origine cubana, accusato dell'omicidio di Elio Milliery, 78enne residente a La Salle, avvenuto nella serata dell'8 maggio 2015: nel corso della terza udienza del processo a porte chiuse nel Palazzo di giustizia di Aosta, nella mattinata di mercoledì 20 aprile, l'imputato ha reso alcune dichiarazioni spontanee, tra cui le scuse per l'accaduto, ribadendo di avere reagito ad un'aggressione da parte dell'anziano, che frequentava la sua ex moglie ed altre donne della comunità cubana residente nella Valdigne.


Cinque valanghe provocano tre vittime in sei giorni sulle montagne valdostane: in Svizzera muore Estelle Balet, campionessa di snowboard
Mercoledì 20 Aprile, h.13.20
Estelle Balet

Due alpinisti piemontesi sono deceduti nella mattinata di mercoledì 20 aprile, travolti da una valanga caduta a circa 3.300 metri di quota, sulla "Testa del Rutor", nella Valgrisenche, poco dopo mezzogiorno: sul posto sono intervenuti gli uomini del "Soccorso alpino valdostano" insieme ai colleghi della Guardia di Finanza di Entrèves, che hanno recuperato le due salme, trasferendole all'obitorio del cimitero di Courmayeur.
Il giorno prima, un'altra valanga aveva travolto uno scialpinista francese 36enne sul "Petit Mont Blanc": l'uomo è ricoverato, in gravi condizioni, nel reparto di rianimazione dell'ospedale "Parini" di Aosta, in prognosi riservata a causa di un politrauma ed un trauma cranico. Lunedì 18, nell'alta Valgrisenche, una scialpinista 60enne francese, è stata uccisa anch'essa da una valanga, sepolta dalla neve in un crepaccio, sulla "Punta Bassac".